Criminologia, l’evento e i project work

crim3Il giorno 26 febbraio 2017, al termine del Corso Specialistico di “Criminologia e Laboratorio di Criminalistica” (leggi qui il Comunicato – link – http://www.anieneformazione.it/criminologia-che-passione-dalla-cronaca-nera-al-lavoro/), ha avuto luogo la discussione dei project work e la consegna degli attestati di partecipazione.

La giornata si è svolta presso la splendida cornice della Biblioteca del Museo dell’Alto Medioevo, in Viale Lincoln (Eur).
La Commissione ha avuto modo di ascoltare con attenzione e valutare le relazioni finali degli studenti. Al termine della discussione il Gen. di Brigata Michele Scillia ha consegnato gli attestati a tutti i corsisti. Oltre al Generale, Presidente Onorario, a completare il quadro dei membi della Commissione:

crim4Dott.ssa Enrica Gentile – Membro Onorario;
Avv. Giovanni Neri – Presidente AISCI;
Dott.ssa Marica Palmisano – Direttore del corso;
Dott. Edoardo Schina – Archeologo Forense;
Dott.ssa Giuseppa Bottaro – Psicologa;
Avv. Alfredo Pompeo.

Grande soddisfazione è stata espressa dai corsisti per la didattica di alto livello e la qualità dei percorsi formativi messi in campo.

Ecco la lista completa, con i titoli dei project work realizzati e discussi:

Luca Florin Cosmin –  “I pericoli delle nuove tecnologie nell’ambito delle discipline umanistiche”;
Gloria Ranalli – “Stalking: uno sguardo dall’ombra e sapersi voltare in tempo”;
Debora Vitale – “I mali della psiche: il disturbo dissociativo dell’identità”;
crim1Benedetta Sansoni – “Gli orchi della Rete: indagine giuridica e sociocriminologica sulla pedopornografia online”;
Erika Martano – “Professione falsario: quando le capacità criminali diventano competenze a servizio della legalità”;
Ilaria Marcon – “Raccontami il carcere: analisi della situazione carceraria dal punto di vista del detenuto”;
Silvia Ciucciovino – “Multiculturalismo Criminale: criminalità e immigrazione tra dati e percezione”;
Francesca Varsalona – “Agire nell’oscurità: Il potere delle sette tra rituali e simbolismi”;
Francesca Marrocco – “Osservazione sui sistemi d’integrazione europei: il modello francese”;
Alessia Circi – “Suicidio: un passo fuori dall’oblio”;
Fabiola Leone – “La pedofilia: studio e ricerca del disturbo e ipotesi di contrasto del fenomeno”;
Giada De Marco – “Madri che uccidono: fenomenologia, approccio psicoanalitico del figlicidio e sindrome di Medea”;
Federica Carnevale – “Fenix Crime – Voce dal buio ed il coraggio di rinascere”.